Cravatta: come scegliere il modello giusto

0
425

Il matrimonio è il giorno più importante nella vita degli sposi, ma è la donna di solito ad attirare le maggiori attenzioni.Nonostante questo, però, anche l’uomo ha il dovere e il piacere di essere impeccabile

La soluzione più comune per essere perfetto è costituita dalla combinazione giacca gilet e cravatta, quest’ultima va scelta in modo appropriato, soprattutto, per il grande giorno. Le cravatte da matrimonio non sono i comuni accessori che si indossano per altre cerimonie o per il lavoro. Sono capi particolarmente speciali e importanti, perché rappresentano il ricordo di un giorno unico. Fondamentale è trovare quello che meglio si addice al proprio stile e personalità.
Per scegliere il colore giusto della cravatta da indossare su un abito da cerimonia da uomo dovrete seguire una semplice regola: cravatta chiara su abito scuro, cravatta scura su abito chiaro. Certo, ci sono delle eccezioni. Se per esempio il vostro sarà un matrimonio serale e sceglierete di indossare un elegante smoking, allora non c’è storia: il completo dovrà essere rigorosamente nero, così come il cravattino.

La dimensione della cravatta non è cosa da trascurare. Quella classica raggiunge una larghezza di 8 cm e non dovrebbe mai superare i 9 cm per non cadere nell’eccesso. Per quanto riguarda la lunghezza, invece, essa non dovrebbe mai sporgere oltre la cintura e quindi dovrebbe essere proporzionale all’altezza.
Le cravatte di raso di seta, sono un classico, disponibili in varie tonalità di colore da scegliere in base al modello di abito e alla stagione. I più esigenti e perfezionisti non mancheranno di farsi realizzare una cravatta su misura che consentono di scegliere lunghezza, larghezza, tessuto, colore e modello che maggiormente si addicono al proprio gusto e alla propria fisicità per esaltare al massimo il proprio stile.

Seguendo questi semplici consigli, la scelta della cravatta perfetta per il tuo matrimonio sarà semplice e veloce! – Corporatura: se sei alto scegli una cravatta fine e lunga, molto moderna slancerà ancora di più la tua figura; se invece sei di media altezza o di corporatura massiccia è consigliabile una cravatta larga per mantenere le giuste proporzioni.

Colore: scegli una cravatta dalle tonalità scure se hai scelto un abito scuro, il blu è sempre elegante e molto indicato per quest’occasione; se invece decidi di sposarti in estate o in primavera e hai scelto un abito chiaro opta per una cravatta chiara sulle tonalità del grigio chiaro o del beige. – Tessuto: la tipologia di tessuto che in assoluto si presta di più per la cravatta dello sposo è indubbiamente la seta pregiata, simbolo di raffinatezza ed eleganza.

Nodo: esistono tantissimi tipi di nodi di cravatta da realizzare in base non solo alla corporatura ma anche al materiale e alla lunghezza della cravatta scelta ma i più indicati per il giorno del tuo matrimonio sono sicuramente il nodo semplice, ovvero il metodo classico che tutti conosciamo, adatto a uomini di altezza media o elevata; il nodo windsor, il più elegante e difficile da realizzare adatto a uomini di media o piccola altezza; e il nodo doppio, simile al nodo semplice ma con una seconda rotazione nell’esecuzione che lo rende più spesso e pesante ed è adatto a qualsiasi altezza e corporatura.

Tipologia di colletto della camicia: ogni tipologia di colletto richiede la cravatta adatta, ad esempio per il collo all’italiana, caratterizzato da punte ravvicinate tra loro, meglio optare per una cravatta sottile con nodo minimale; o per il collo alla francese, con punte ampie e aperte, meglio usare una cravatta con nodi importanti e voluminosi.

Tiziana Bucci Wedding Planner