Il 90% della popolazione cinese non professa alcuna religione, ma dà molta importanza alla simbologia: l’uomo rappresenta il Dragone e la donna la Fenice.
A tale proposito la cerimonia ufficiale del matrimonio viene celebrata al ristorante su di un palco appositamente creato per gli sposi in cui possono scambiare le loro promesse.
Il colore tipico del matrimonio non è come quello occidentale sulle tonalità del bianco ma è di colore rosso, simbolo di amore e di prosperità. Non solo gli abiti, ma anche i gioielli e gli accessori, devono tutti essere su questa tonalità ed è fondamentale evitare di indossare il nero, il blu e il grigio, colori che simboleggiano dolore e sfortuna. La sposa è solita cambiarsi d’abito tre volte nel corso della giornata: la mattina con abito tradizionale cinese, il qipao a fiori, adornato da una mantella (xiapei) e un copricapo (fengguan); nel pomeriggio, invece, potrà indossare un abito occidentale bianco con strascico; la sera, infine, indosserà un abito sul rosso solitamente lungo ed elegante. Per seguire la tradizione, inoltre, la futura sposa dovrebbe essere trasportata su una portantina a casa del futuro sposo, prima del rito, e rimanere in silenzio tutto il giorno. Il menu nuziale è composto da 8 o 12 portate, con zuppe e pietanze tipiche, il tutto concluso con l’immancabile e fondamentale rito del thè.
Per quanto riguarda il dono, agli invitati viene precedentemente data una partecipazione in busta rossa che varrà utilizzata per inserire il denaro da donare alla coppia. La coppia di fidanzati che dona il proprio denaro agli sposi riceverà, nel giorno del proprio matrimonio, la stessa cifra o, al massimo, una più alta ma mai inferiore! Bene, che ne pensate futuri sposini? Magari si potrebbe prendere spunto per qualcosa di originale…
FB Vanity
CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter